Report n. 05/2015 – Attività dimostrativa del progetto Biogreen, 14 Dicembre 2015

Pubblicato il 30 Dicembre 2015

Come previsto dal programma del progetto Biogreen il giorno 14 Dicembre 2015 si è svolta l’attività dimostrativa del progetto a cui ha partecipato il Partener 1 (ALSIA-Centro Ricerca Metapontum Agrobios), soggetto capofila e i rappresentanti dei Partners 2 e 3 (PTP e BIOIB) del progetto.

Nel corso della giornata sono state svolte le seguenti attività:

-visita al CREA (Metaponto),

-Enea Trisaia (Rotondella)

– Assofruit (Scanzano)

Durante la visita al CREA di Metaponto, il dott Francesco Montemurro ha presentato al partenariato locale e ai rappresentanti di BIOIB e PTP ( Mariela Adrover, Tanit Mir, Hipólito Medrano, e Andrea Vallan) le attività che si svolgono presso il CREA-SCA di Metaponto ed un crimper roller innovativo inventato da lui. Sono state illustrate: le tecniche colturali innovative, in grado di garantire la conservazione del suolo e delle risorse, consentendo l’adattamento ai cambiamenti climatici in atto; le nuove modalità di gestione del suolo e delle colture orticole in diversi sistemi produttivi biologici, che prevedano sistemazione idraulica del terreno, avvicendamenti, fertilizzazione organica, diverse colture di copertura e strategie alternative per la loro terminazione.

Successivamente è stata effettuata la visita all’ENEA Trisaia di Rotondella dove la Dott.ssa Donatella Barisano e il Dott. Egidio Viola hanno presentato agli ospiti le attività di ricerca, sviluppo e realizzazione di prototipi in scala laboratorio, pilota ed industriale, finalizzata al trattamento, recupero di materia e valorizzazione energetica di rifiuti, urbani e industriali, e reflui. Inoltre sono state presentate dal dott. Dr. Paolo Facella le attività di ricerca industriale e sviluppo sperimentale sulle fonti rinnovabili del Centro che si focalizzano sull’utilizzo energetico delle biomasse e sulla qualificazione e certificazione di componenti solari a bassa e media temperatura. Le attività per la conversione delle biomasse in carburanti liquidi, bioprodotti ed energia mediante pretrattamento, frazionamento e bioconversione. Lo sviluppo di processi per conversione termochimica delle biomasse (pirolisi, combustione, gassificazione) e per l’ottenimento di energia termica ed elettrica, syngas, biocarburanti di sintesi. Ricerca industriale per la trasformazione in biodiesel degli olii vegetali derivanti anche da fonti non convenzionali. Sviluppo sperimentale di processi mediante realizzazione di impianti pilota per la dimostrazione di layout ad alto grado di innovazione. Costituzione e aggiornamento di database relativi alla disponibilità delle biomasse. Ricerca per lo sviluppo delle tecnologie solari a bassa e media temperatura. Qualificazione e certificazione di componenti e sistemi solari.

In seguito è stata effettuata una visita all’azienda Assofruit di Scanzano dove il dott. Salvatore Pecchia e il prof. Bartolo Dichio hanno presentato ai partners il gruppo ASSOFRUIT ITALIA. L’azienda nasce nel 2010 a Scanzano Ionico come risultato di quattro importanti Organizzazioni di Produttori Ortofrutticoli e si afferma da subito come una delle piu’ importanti realtà associative nel campo ortofrutticolo del sud Italia. Oggi ASSOFRUIT è un importante OP in costante crescita è arrivata a contare in pochi anni 300 aziende di cui 46 biologiche distribuite tra Basilicata, Puglia, Calabria, Campania e Lazo. Su una superficie in produzione di 3.000 ettari le colture piu’ rappresentate sono l’uva da tavola, le fragole, le drupace e gli agrumi.

Inoltre l’azienda gestisce e coordina molteplici programmi di sviluppo ed iniziative. Nel pomeriggio i rappresentanti del partenariato si sono trasferiti al Centro Ricerche Metaponto Agrobios dove il Dott. Angelo Salfi e Dott. Salvatore Pepe hanno presentato l’Azienda Greenswitch che, si propone di produrre olii da destinare alla farmaceutica e alla cosmetica attraverso la trasformazione di biomasse. Inoltre l’Azienda assicura di produrre prodotti di rifiuto biodegradabili. La giornata si è conclusa dando appuntamento ai partenrs per il workshop finale svoltosi il 15 dicembre 2015 presso la sala convegni ALSIA-CRMA.